ATTENZIONE! dichiarazione sulla privacy - GDPR
 
ad ora questo sito non fa uso di cookie, L'Aprisogni non registra preferenze o dati di navigazione di alcun tipo e pertanto non può cederli a terze parti.
 
 
ATTENTION! privacy - GDPR statement
 
at this time this site do not use cookies, L'Aprisogni do not register any type of preferences or navigation data and then cannot transfer it to third parts.

Pantalone Memento Mori

Spettacolo di Teatro di Burattini della Commedia dell’Arte Veneta per giovani e adulti

Co-produzione: L’APRISOGNI e PAOLO PAPPAROTTO BURATTINAIO
Da un’ispirazione, un’idea e un canovaccio base di: PAOLO PAPPAROTTO
Regia: vicendevole
Carattere dello spettacolo: riflessione teatral-burattinesca sul tempo che trascorre come impetuoso fiume e sulla Secca Signora che a passi implacabili a noi tutti si appropinqua. (consentiti e vieppiù caldeggiati gesti scaramantici d’ogni genere)
Durata dello spettacolo: 1 ora circa
Tecnica: burattini a guanto della Commedia dell’Arte veneta su baracca “architettonica”
Baracca, scenografia e oggetti di scena: Paolo Saldari con la collaborazione di Cristina Cason
Burattini: ideati e costruiti da Gigio Brunello, ottimizzati da Cristina Cason
Animatori: Paolo Papparotto, Paolo Saldari, Cristina Cason
 
Esigenze tecniche: spazio sul piano m. 6x5; altezza minima m. 3; 2 Kw; 220 volt; buio  indispensabile; pubblico a sedere ad almeno m. 3 di distanza; montaggio 2,30 ore, smontaggio 2 ora
SINOSSI:
Il vecchio Pantalone, inquieto, fruga in un cassone in cui sono gettati alla rinfusa dei “ricordi di famiglia” e si sta chiedendo che ne sarà del glorioso patrimonio dei Bisognosi e del buon nome della casa, quando lui non ci sarà più e… tuto andarà a finir a Patrasso…
Da qualche tempo gli sorgono improvvisi questi turbamenti sulla fragilità della propria esistenza.
Nell’oscurità della “scafa” due figuri nel frattempo stanno tramando per spiare il capofamiglia e le sue intenzioni circa il proprio testamento.
Arlecchino, fra una polenta che non si decide a cuocersi e la quotidiana dose di fatiche e bastonate, si chiede che sarà di lui quando el paron vecio se ne sarà andato.
Colombina si allena da anni a sedurre almeno uno dei due paroni de casa per farsi maritare e sistemarsi così definitivamente.
Il dottor Balanzone passa di frequente per controllare lo stato di salute del suo moribondo preferito.
Ma una visita fuori dall’ordinario sconvolgerà situazioni e astuti piani strategici.
E, su tutto, aleggia una vocina fatale…
 
 
 
PERSONAGGI IN ORDINE DI APPARIZIONE (o quasi):
 
Morte: di lei si sente solo la voce... e tanto basta.
 
Lelio: avido e indebitato figlio di Pantalone

Brighella: servitore preoccupato per il futuro
 
Pantalone:vecchio e stanco (?) con problemi di prostata...
 
Arlecchino: come sempre affamato (ma la polenta non gli riesce proprio)
 
Colombina: dolce e cara ma con le idee più chiare di tutti.