ATTENZIONE! dichiarazione sulla privacy - GDPR
 
ad ora questo sito non fa uso di cookie, L'Aprisogni non registra preferenze o dati di navigazione di alcun tipo e pertanto non può cederli a terze parti.
 
 
ATTENTION! privacy - GDPR statement
 
at this time this site do not use cookies, L'Aprisogni do not register any type of preferences or navigation data and then cannot transfer it to third parts.
Amazing Slider

Cappuccetto Rosso

fiaba per narratrice e burattini

Produzione: “L’APRISOGNI”
Di e Con: Cristina Cason e Paolo Saldari
Regia: "L'APRISOGNI"
Allestimento: Cristina Cason e Paolo Saldari
Durata: 50 minuti circa
Fascia d'età: da 3 a 100 anni
Tecnica: burattini a guanto con viso a tratti mobili e narrazione
Esigenze tecniche: spazio sul piano m. 4x4; altezza minima m. 2,70; 3 Kw; 220 volt; buio consigliabile ma non indispensabile; pubblico a sedere ad almeno m. 3 di distanza; montaggio 2 ore, smontaggio 1,30 ora
NOTE DI REGIA:
"Cappuccetto Rosso" è la mamma di tutte le fiabe! Non esiste bambino, per quanto piccolo o nutrito a televisione, che non la conosca.
 
Perchè, allora, metterla in scena? Raccontare ancora una volta una storia tanto sfruttata, perchè? Riposando sul sicuro, intrinseco piacere che il giovane spettatore prova nel riconoscere e seguire una trama che ben conosce, in cui le naturali paure si equilibrano con la previsione di un finale tranquillizzante, abbiamo messo in atto un "altro gioco" provando a fare "che è diverso" una collana di scoppiettanti sorprese.
LA STORIA:
attraverso una divertita, acidula reinterpretazione la dinamica a "triangolo" fra la narratrice, il pubblico ed i burattini in baracca, farà nascere la magia sottile che può trasformare il racconto nella propria storia. Anche i personaggi si possono immaginare somiglianti a qualcuno che conosciamo, con i suoi vizietti, le proprie "fife" e le personali reazioni alla situazione del momento.
 
E dunque: "C’era una volta... non ci sarà qualcuno di voi che ha paura del lupo cattivo, vero?"
PERSONAGGI IN ORDINE DI APPARIZIONE:
  • La narratrice: Cristina e la sua sedia
  • Cappuccetto Rosso:bimba bella, bionda e gentile (forse)
  • La Mamma: grembiule e raccomandazioni a non finire
  • La nonna Maria:indifesa ma non troppo
  • Il cacciatore Ubaldo:occhio strabico, ma infallibile fucile